elementi di una email

Elementi di una email

In questo articolo ti indico con delle slide quali sono gli elementi di una email.

Anatomia di una email

L’email è composta essenzialmente da 5 elementi:

  1. Mittente
  2. Oggetto
  3. Destinatario
  4. Contenuto del messaggio
  5. Eventuale allegato
A dir la verità ci sarebbero altri sottopunti, che ti mostrerò al termine del post, ma iniziamo con l’esaminare i singoli elementi.

Elementi di una email in Thunderbird

elementi di una email in Thunderbird

Un esempio in Gmail

Elementi di una email in Gmail

In Roundcube

Elementi di una email in Roundcube

Pagina di un messaggio in Horde

Elementi di una email in Horde

Come vedi, c’è una diversa impostazione per i vari client di posta elettronica.

Indirizzi del messaggio

Qualora non fosse direttamente visibile un indirizzo di posta elettronica, potrai visionarlo passando col mouse sullo specifico campo. L’indirizzo ti comparirà in una etichetta, come nell’esempio sotto.

Thunderbird mittente

Elenco delle email

Quando arriva una nuova email (quindi ancora non letta), viene mostrata “in elenco” evidenziata in grassetto.

In questo modo è visivamente chiaro quali sono le email già visionate e quelle in attesa di lettura.

Nuove email Roundcube

Link nel contenuto del messaggio

I messaggi di posta elettronica possono contenere oltre al testo ed immagini, anche dei collegamenti a pagine web esterne (link).

Ho ritenuto di aggiungere una ulteriore slide per illustrarti come capire a quale sito web punta un collegamento inserito in una email.

Passando col mouse su i link presenti nel contenuto dell’email, in calce viene mostrato l’indirizzo del sito a cui punta il collegamento.

Roundcube link

Campi aggiuntivi

Esempio campi aggiuntivi Thunderbird

Oltre a “Mittente” e “Destinatario”, è possibile inserire altri elementi per esigenze più articolate.

L’uso più classico è quello di aggiungere un campo “CC” <copia per conoscenza>, quando ad esempio vogliamo destinare una email ad una persona, ma informare e trasmettere la stessa “per conoscenza” ad un altro soggetto.

Il campo “CCN” <copia per conoscenza nascosta>, segue la stesso intendimento, con la differenza che al destinatario non viene mostrato l’indirizzo inserito in questo campo.

Questa funzione è estremamente utile, ad esempio, quando vuoi mandare una email ad una lista e non vuoi comunicare… a tutti l’indirizzo di tutti ;-).

Più raramente viene utilizzato il campo “Rispondi a”, in quanto consente di specificare, nel caso di una eventuale risposta, un indirizzo differente da quello del mittente.


PS.
Se vuoi dei consigli su come scrivere una email “perfetta”, leggi questo ottimo articolo.
Se pensi che l'articolo che possa essere d'aiuto a qualcuno condividi, grazie.

Giuseppe Guida

Ho da sempre la passione per Internet e le nuove tecnologie. Mi interesso particolarmente dell'ottimizzazione delle risorse informatiche, dell'open source, dei servizi web e cyber-sicurezza | Seguimi su Twitter @tecnopassopasso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *